Venerdì 31 gennaio si è tenuto il terzo e ultimo incontro per questo anno scolastico del progetto "Basta un libro" con la scrittrice Maria Antonietta Ferraloro, autrice del libro "Il Gattopardo raccontato a mia figlia".

L’evento ha visto coinvolte le classi 1B, 1C, 1D, 1E, 2D e 2E del nostro Istituto, due classi terze della scuola secondaria di primo grado di Olevano Romano e circa 50 alunni delle terze medie dell'IC di Cave.

I ragazzi hanno dialogato con l’autrice e hanno letto alcuni brani del testo, che racconta con un registro semplice, diretto, di facile lettura e di immediata comprensione la biografia di Tomasi di Lampedusa, i temi e l’atmosfera del suo romanzo più famoso.

Ringraziamo ancora una volta il giornalista Roberto Papa che ha dedicato un suo commento a questa giornata:

I LIBRI CI RENDONO LIBERI.
Oggi al Cartesio di Olevano Romano si è svolta un’altra tappa letteraria nell’ambito del progetto “Basta un libro”. Oggi si parlava del Gattopardo con la presentazione del libro di Maria Antonietta Ferraloro “Il Gattopardo raccontato a mia figlia”.
Il Cartesio è un istituto superiore che grazie alla passione del corpo docente (De Pisa e Giordano) e del “preside” (mi perdoni il prof. Trombetta ma chiamarlo “dirigente” proprio non ci riesco) ha nel corso dell’anno fatto delle “parole” un momento centrale nel percorso formativo. E le ragazze e ragazzi hanno apprezzato dimostrando impegno e anche di saper utilizzare le parole come attrezzi di “cittadinanza”.
E allora mi tornano alla mente le parole di Don Milani:
“L’operaio conosce 100 parole, il padrone 1000, per questo è lui il padrone”.

Qui trovate l'articolo completo.

Infine, con grande sorpresa e soddisfazione, abbiamo scoperto che sulla rivista Ciak si parla di noi e di questa splendida giornata.

IMG 20200204 WA0001      IMG 20200204 WA0000

Il Liceo Cartesio e il progetto "Basta un libro" vi danno appuntamento al prossimo anno.