Il giorno venerdì 08 Novembre 2019 si terrà presso l’Aula Magna del Liceo “R. Cartesio” lo spettacolo-conferenza “Giordano Bruno”, realizzato dagli iscritti al Progetto Vivarte, su adattamento della sceneggiatura del famoso film di G. Montaldo (1973).
A seguire si terrà la conferenza del Professor Lucio Piccirillo, sul pensiero scientifico del noto filosofo.

La giornata si svolgerà secondo la seguente modalità:
ore 11.30 - 13.10: classi del triennio
ore 17.00 - 18.40: pubblico esterno

Siete tutti invitati a partecipare.

locandina contestlocandina contest 2Il nostro Liceo partecipa al contest #IOLEGGOPERCHE’:

sabato 26 ottobre 2019 alle h. 11,00 gli alunni incontreranno lo scrittore Peppe Millanta, autore del pluripremiato libro “Vinpeel degli orizzonti”. Parteciperanno attivamente all’iniziativa alcuni studenti che attraverso la recitazione e la lettura espressiva condivideranno con il pubblico alcuni brani significativi del libro, il tutto allietato dall’accompagnamento della chitarra di Peppe Millanta.

Intervenite numerosi e donate un libro alla nostra biblioteca!!!

Manifesto Serra

Il 25 ottobre gli alunni delle classi VC, VE e VG parteciperanno alla manifestazione Contesti diversi organizzata dal Sistema Bibliotecario Prenestino presso il castello Colonna di Genazzano: alle ore 10,30 incontreranno la scrittrice Francesca Serra che presenterà il libro “Le donne aprono il cielo”.


A seguire il programma completo della manifestazione:

Programma 1    Programma 2

Con sincero interesse, i giovani hanno affrontato questo tema importante, analizzandone i più svariati aspetti, da quello storico e filosofico a quello più interiore e psicologico; addentrandosi nei temi più sensibili presenti nella contemporaneità. Come: la solitudine frutto dell’emarginazione sociale, la prevaricazione e discriminazione che scaturiscono dall’ignoranza e ancora dall’indifferenza che genera disumanizzazione. Davvero speciali e importanti le loro riflessioni sia visive che letterarie. Noi docenti siamo orgogliosi di loro.

VERRANO ESPOSTE LE OPERE DEGLI STUDENTI REALIZZATE COME ELABORATI D’ARTE VISIVA, CORREDATE DI TESTI LETTERARI E POETICI ISPIRATE AL TEMA PROPOSTO.

Sede espositiva : Liceo Renato Cartesio di Olevano Romano Inaugurazione il 6 Giugno ore 10.30- 13.20 ( 10.30 visita alla mostra, ore 11.0 Cerimonia di presentazione e Premiazione. Sarete graditi ospiti per

...

WhatsApp Image 2019 06 05 at 14.11.34Gli studenti del Boole infiorano a Genazzano. 2 Giugno 2019. 
Anche quest'anno l'ITIS 'Boole' ha aderito alla manifestazione 'per non dimenticare l' infiorata' che vede tutte le scuole di Genazzano di ogni ordine e grado impegnate nella realizzazione di quadri floreali. L'ITIS ha realizzato due quadri, uno rappresentante un particolare dell' "Ascensione di Cristo" di S. Dalí e l'altro sul tema dei migranti. Il primo realizzato dagli studenti del triennio, il secondo da quelli del biennio. Al termine della manifestazione sono stati premiati dal Presidente della Proloco e dal Sindaco di Genazzano con una targa ricordo, ricevendo i complimenti non solo per i lavori svolti, ma per la sensibilità e partecipazione ad un evento della tradizione che non sempre riesce a coinvolgere giovani della loro fascia di età. È stato un notevole momento di socializzazione ed integrazione tra alunni,

...

Fiasco con studentiVi racconto una bella storia.

Correva l'anno 2009 quando due alunni dell'ITIS "G.Boole" si diplomarono. Vollero farsi una foto con me vestendosi con giacca e cravatta e ci prendemmo l'impegno di rifarci la stessa foto dopo 10 anni.

Due giorni fa ho visto sul piazzale della scuola due uomini di 30 anni vestiti in modo elegante in giacca e cravatta, erano quei due ragazzi che non avevano dimenticato l'impegno preso. Ci siamo rifatti la foto. Questa e' la meraviglia del nostro mestiere.


L'intera comunità scolastica è stata coinvolta nella progettazione e realizzazione di questo splendido murales sotto la guida dell'artista Andrea Casciu. "Educare al bello" strumento attraverso cui educare la persona umana, perché essa stessa possa riconoscersi come “cosa bella” e, di conseguenza, come partecipe di bontà e di verità.